Cammino di Santiago sotto la pioggia: gocce che riempiono il mondo di colori

Cammino di Santiago sotto la pioggia: gocce che riempiono il mondo di colori

Non so tu ma io ho sempre amato camminare e correre sotto la pioggia.

Come la neve, sia pur in forma minore, la pioggia rende ovattati i rumori ed i suoni della vita di ogni giorno, spinge a rallentare i ritmi della nostra pazza vita quotidiana e lava via le impurità. Quelle del corpo e quelle dell’anima.

Correre sotto la pioggia, o camminare mentre piove, sprigiona in me un’energia ed un’intensità davvero unica. Non ricordo più quante volte sono partito per le mie camminate, o per le mie corse, dopo aver indossato il giubbotto anti-pioggia o quante volte correndo non abbia sperato che il cielo cominciasse a brontolare, bagnando l’aria e la terra di gocce preziose.

Puoi immaginare dunque come io mi sia sentito quando le nuvole che si erano addensate sul mio Cammino hanno cominciato a diventare sempre più nere, quando nell’aria ha cominciato a sentirsi quel inconfondibile odore delle prime gocce che promettono un imminente temporale e quando le prime gocce fresche hanno cominciato a bagnarmi la fronte, il viso, lo zaino.

Mi sono sentito felice.

Evidentemente però quella sensazione non è un sentimento per il quale io possa vantare un’esclusiva, visto che una delle mie frasi preferite sulla pioggia dice proprio che:

 

Chi dice che il sole porta la felicità non ha mai ballato sotto la pioggia.
(Anonimo)

 

Devi sapere che quando parlo del Cammino con i lettori del mio libro, nelle presentazioni, durante le dirette Facebook o in chat una delle domande che spesso mi vengono rivolte riguarda proprio il tempo. Piove? Fa caldo? Com’è il meteo lungo il Cammino? Io, che non sono un metereologo rimando sempre alla consultazione dei siti (o delle app per smartphone) specializzati, ma quello che posso dire è che, anche tra fine agosto e inizio settembre, l’Oceano Atlantico lascia un’impronta forte e profonda sul meteo nelle zone del Cammino.

Come racconto nel mio libro Come fare il primo Cammino di Santiago di Compostela (una guida semplice, efficace ed aggiornata al Cammino di Santiago in vendita su Amazon) il mio Cammino è stato di 5 giorni sui sentieri della Galizia, da Vigo fino a Santiago percorrendo le vie del Cammino Portoghese.

Fin dal primo giorno in cui ho cominciato il mio cammino ho incontrato la pioggia lungo i sentieri e le strade tra Vigo e Redondela.  Il ricordo del primo giorno di Cammino è quello di una giornata trascorsa a infilare e sfilare continuamente il cappuccio del poncho che, dopo un’ora di pioggia promessa, avevo finalmente deciso di indossare stabilmente.

Il cielo prometteva pioggia, ma teneva quel broncio come di quando hai fatto una promessa importante e sei indeciso se mantenerla oppure no.

La forza ed il valore di una promessa evidentemente però è ben nota anche a madre natura che quel giorno, era il 26 agosto, ha deciso di tenere fede al suo silenzioso impegno.

A tenermi compagnia lungo il mio cammino in quelle ore solitarie c’era il ticchettio della pioggia che colpiva il poncho, per poi scivolare finalmente a terra. C’era il suono lieve e sommesso delle gocce che cadevano sugli alberi e da li, con un altro balzo fino a terra. C’era il fruscio delle foglie increspate dal vento, il brontolio del cielo carico di acqua pronta a scaricarsi a terra, i suoni del bosco mentre si prepara ad un temporale.

La pioggia è sempre una benedizione: porta vita, porta freschezza, porta pulizia e nuova linfa vitale.

La pioggia è colore: il grigio e tutte le sue sfumature durante il temporale e poi tutti i colori, più vividi e lucenti di vita dopo la sua fine. E se sei fortunato, uno splendido arcobaleno e le sue tinte emozionanti straripanti di energia.

La pioggia è pulizia: fa scivolare via lo sporco, la polvere e le impurità. Non solo quell

Ecco perché amo la pioggia, e camminare mentre scende.

Perché cadendo si porta via le idee cupe, i pensieri dolorosi, le fatiche della mente e del corpo. E porta nuova linfa vitale.

Ecco perché dovresti anche tu camminare sotto la pioggia, e non solo lungo il Cammino di Santiago: per lavare via i pensieri (e non solo metaforicamente) i pensieri ombrosi che incupiscono le tue giornate, e per tornare a rendere vividi e splendenti i colori della tua vita!

Come fare il primo cammino di Santiago: Tutto quello che devi sapere per prepararti al Camino De La Vida
49 Recensioni
Come fare il primo cammino di Santiago: Tutto quello che devi sapere per prepararti al Camino De La Vida
  • Simone Ruscetta
  • Editore: CreateSpace Independent Publishing Platform
  • Copertina flessibile: 238 pagine

 

Ultimo aggiornamento 2019-06-25 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Share this Post

Leave a Comment