Pamplona

Pamplona è una delle città spagnole attraversate dal Cammino Francese per arrivare a Santiago di Compostela. Per conoscere la storia, le caratteristiche e le tappe del Cammino Francese sul Cammino di Santiago puoi leggere questo post, in cui ti scoprirai le caratteristiche più importanti del Cammino Francese.

Il Cammino di Santiago francese attraversa la città di Pamplona da nord-est a sud-ovest.

Pamplona è il capoluogo della comunità autonoma della Navarra ed è da sempre luogo di interesse soprattutto per i pellegrini diretti a Santiago ma non solo. Famosa per la sua arte e i suoi tori ( celebre è Via Estafeta x le corse dei tori) è una città tipicamente medievale circondata da antiche mura.

Alcuni pellegrini decidono di partire da Pamplona saltando così i primi 67 km da Saint Jean Pied de Port.

Partendo da Pamplona il Cammino di Santiago ha una lunghezza indicativa di  730 km.

Come fare il primo cammino di Santiago: Tutto quello che devi sapere per prepararti al Camino De La Vida
38 Recensioni
Come fare il primo cammino di Santiago: Tutto quello che devi sapere per prepararti al Camino De La Vida
  • Simone Ruscetta
  • Editore: CreateSpace Independent Publishing Platform
  • Copertina flessibile: 238 pagine

Pamplona si classifica al numero 8 fra le città di partenza del cammino francese, un percorso di circa 25 giorni di cammino.

Il cammino di Santiago de Compostela  attraversa la città di Pamplona e tocca diversi edifici di estrema bellezza. La città di Pamplona è famosa per la sua arte, il monumento più importante è la cattedrale gotica costruita sui resti di un edificio romano. All’interno della cattedrale ci sono molte statue e sepolcri fra cui la tomba di Carlo II Nobile. Sempre al suo interno si trova uno dei chiostri gotici più belli d’Europa. Il cammino tocca anche la chiesa di San Saturnino che è l’edificio gotico più antico della Navarra, una delle chiese fortezza medievali di Pamplona.  Anche il Municipio rientra fra i punti cruciali del percorso, dalla sua facciata barocca abbinata al neoclassico ogni 6 luglio viene lanciato il razzo che dà il via alle feste del paese. Passando davanti alla chiesa di San Lorenzo, troviamo al suo interno una cappella dedicata a San Firmin, patrono della Navarra. Vicino alla chiesa una visita la merita il “Rincón del Caballo Blanco”.

Pamplona è anche verde e natura, famosi sono i giardini della Taconera, il più antico della città, è un parco in stile francese in cui al suo interno troviamo cervi e pavoni. Anche la Ciuadela è un’ immensa area verde, considerata il polmone verde della città è un luogo in cui vi allestiscono eventi culturali e sportivi.

Pamplona: la festa di San Firmin e la festa dell’encierro

Giungere a Pamplona fra il 6 e il 15 luglio è uno spettacolo unico. La città in questo periodo si anima, in occasione della festa di San Firmin, patrono della Navarra insieme a San Francesco Saverio. Musica, balli e la corsa dei tori con la prova dell’ Encierro (ovvero slanciarsi davanti ai tori liberati per le stradine di Pamplona per 825 metri) caratterizzano la Festa di San Firmin.

Il tutto viene ripetuto il 29 novembre, festa di San Saturnino, patrono di Pamplona. Un’altra festa è quella che si svolge dal 7 al 14 luglio: la festa dell’encierro, la corsa dei tori che si svolge per le vie del centro fino a Plaza de Toros.

Pamplona è anche buon cibo e soprattutto sangria. Da provare sono sicuramente le tapas che a Pamplona si chiamano “pintxos”, molto simile al nostro aperitivo.

Pamplona è indubbiamente una delle città più affascinanti del cammino francese perché oltre alle bellezze architettoniche offre anche molti eventi di folclore, tipici della cultura spagnola.

Insomma, se potete ritagliarvi lungo il vostro Cammino di Santiago qualche ora (ma sarebbe meglio qualche giorno) per visitare Pamplona potrete scoprire una città meravigliosa, piena di vita e dalla storia affascinante!

Buen Camino!

Ultimo aggiornamento 2019-02-22 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*