Sarria

Sarria

Sarria è una delle città simbolo e più famose del Cammino di Santiago.  Sarria è una città spagnola di poco più di 13.000 abitanti, nella comunità autonoma della Galizia. E’ come detto molto popolare in tutto il mondo proprio grazie al Cammino di Santiago de Compostela.

Sarria si trova lungo il più percorso del Cammino più battuto e conosciuto: il cammino francese, ed è uno dei punti prediletti dai pellegrini del Cammino di Santiago che non intendono, o che non possono, percorrere l’intero percorso. Questo perchè si trova a poco più di 100 km dalla città di San Giacomo (112km per la precisione), e permette di camminare per la distanza minima necessaria per ottenere la compostela, ovvero 100 chilometri.

Il cammino da Sarria a Santiago non ha una particolare difficoltà, ha una durata media di 5 giorni e può essere intrapreso anche dai non allenati.

Come puoi leggere nel libro sul Cammino di SantiagoCome fare il primo Cammino di Santiago“, secondo le statistiche dell’Oficina del Pelegrino (l’ente che a Santiago accoglie i pellegrini) la città di Sarria è stata scelta come  partenza da oltre 70.000 pellegrini solo nel 2018!

La città viene scelta per le sue caratteristiche, a partire dalla distanza da Santiago, da oltre il 25% dei pellegrini diretti a Santiago e si trova al primo posto nella lista delle città di partenza del cammino.

Sarria ha un clima abbastanza mite, con abbondanti piogge durante i periodi invernali. L’estate è un ottimo periodo per visitare la città e anche il Cammino in questa stagione risulta agevole: lungo il percorso ci sono molti boschi ombreggianti che riparano da sole e afa. Sarria raccoglie un gran numero di pellegrini: gli oltre 79.000 che partono dalla città e le altre decine di migliaia che da qui passano avendo cominciato prima il loro Cammino.

Tutto questo ovviamente si riflette in una grandissima disponibilità e presenza di albergues e posti letto in strutture di ogni tipo, pronti ad ospitare i pellegrini provenienti da ogni parte del mondo.

Come fare il primo cammino di Santiago: Tutto quello che devi sapere per prepararti al Camino De La Vida
56 Recensioni
Come fare il primo cammino di Santiago: Tutto quello che devi sapere per prepararti al Camino De La Vida
  • Simone Ruscetta
  • Editore: CreateSpace Independent Publishing Platform
  • Copertina flessibile: 238 pagine

La città è praticamente invasa dai pellegrini, dunque sono diffusissimi i bar e i ristoranti che li accolgono ad ogni ora del giorno e della notte, tutto l’anno.

La città è stata completamente rimodernata negli anni Novanta con la rivoluzione del tracciato Jacobeo, e grazie a questo ha assunto un aspetto più curato e moderno.

Nella città fulcro per il Cammino di Santiago, si trovano molte costruzioni religiose e la notevole importanza dal punto di vista militare di questo centro abitato, fa si che siano presenti anche molti edifici militari.

Da non perdere è la visita alle chiese di Santa Maria e del Salvador, che vedi nella foto che ho scelto per questo post. La Chiesa di Santa Maria segna l’ingresso nella parte vecchia della città.

Nella chiesa è possibile assistere alle funzioni e pregare per il cammino ma non il lunedì che è giorno di chiusura. Nella chiesa è possibile raccogliere anche il sello (timbro) per la credenziale.

La chiesa di San Salvador si trova alla fine della salita della strada principale del paese. Caratterizzata dalle sue porte rosse, la chiesa è molto antica e ha un’architettura molto semplice e lineare. La chiesa è in pieno stile gotico primitivo e risale al XIII secolo. Il muro nord della facciata presenta un Cristo Pantocrator che sta benedicendo, decorato con foglie e animali.

Proprio all’uscita della città si può ammirare il Convento della Magdalena, fondato nel XIII secolo e adibito fin dagli albori all’accoglienza dei pellegrini. Nel 1332 una bolla papale concedeva all’hospital il permesso di fare carità ai viandanti, e in caso di morte, dare loro una degna sepoltura. Nella cappella di San Lorenzo infatti sono sepolti i pellegrini deceduti prima dell’arrivo a Santiago.

Per terminare la visita, potrete degustare la succulenta gastronomia locale, caratterizzata da piatti tipici come il cocido (lesso misto con ceci), polipo, l’impanata, carne alla brace, salumi e cacciagione. Sarria ha il fascino di essere per molti la prima città del cammino verso Santiago ed acquista così particolare importanza per i pellegrini.

Sarria è una delle città più conosciute, frequentate e amate del Cammino Francese, uno dei percorsi del Cammino di Santiago.

Se ti stai chiedendo come arrivare a Sarria dall’Italia e da Milano puoi leggere questo post.

Per tutte le altre informazioni sul Cammino ti consiglio di leggere il libro sul Cammino di Santiago che ho scritto: “Come fare il Primo Cammino di Santiago” è una guida semplice, aggiornata e completa a come affrontare per la prima volta il Cammino. Puoi acquistarlo solo su Amazon cliccando sul banner qui sotto o chiedendomelo direttamente (in questo caso riceverai la tua copia con dedica autografata).

Buen Cammino!

Ultimo aggiornamento 2019-12-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Share this Post

Leave a Comment