Volo in ritardo: come ottenere un rimborso

Volo in ritardo: come ottenere un rimborso

Se stai programmando il tuo viaggio sul Cammino di Santiago molto probabilmente passerai un po di tempo sui siti delle compagnie aeree alla ricerca della perfetta combinazione città di partenza-data-budget, se ancora non lo hai letto ti consiglio di leggere il mio post VOLI LOW COST PER SANTIAGO DI COMPOSTELA: RYANAIR, EASYJET E VUELING

La maggior parte dei pellegrini in partenza ogni anno dall’Italia per il Cammino di Santiago sceglie di volare con le compagnie low cost, fondamentalmente per due motivi: sono le uniche a volare direttamente fino all’aeroporto di Santiago di Compostela (almeno fino a dicembre 2018) e ovviamente permettono di risparmiare: pensa che per il mio primo Cammino del 2019 (dal 16 al 23 aprile) sono riuscito ad acquistare un biglietto di andata/ritorno (compreso il bagaglio da 20kg) a soli 82€.

Fin qui tutto bene: prenoti il volo, risparmi e arrivi (o riparti dopo aver concluso il Cammino) in maniera comoda, cosa succede però se il volo viene cancellato o subisce un ritardo

Subire il ritardo o, peggio ancora, la cancellazione di un volo per Cammino di Santiago non è mai una cosa divertente: nella migliore delle ipotesi dovrai aggiustare i tuoi piani e perderai qualche ora a incastrare i nuovi orari, nella peggiore delle ipotesi vedrai la tua vacanza subire sconvolgimenti non proprio piacevoli!

In anni di viaggi mi è capitato di tutto: da passare la notte in un albergo a Fiumicino (con sveglia alle 4 del mattino per ripartire) a causa di una coincidenza mancata per Barcellona, a dover riacquistare tutto il bagaglio perchè è arrivato a Los Angeles 4 giorni dopo di me. Un paio di mesi fa invece il volo che doveva riportarmi a Bologna da Barcellona è atterrato a Bergamo e sono arrivato in ritardo di 4 ore!

Cose che capitano, certamente: le compagnie aeree devono gestire una mole enorme di problemi e i ritardi sono spesso comprensibili, anche se causano molti problemi a noi viaggiatori.

Se ti è capitato di subire un ritardo sul tuo volo, o se ti capiterà, ci sono alcune cose che devi sapere, e oggi ti racconto la mia esperienza.

Danni rimborsi per volo in ritardo

Se fino a qualche tempo le regole sui ritardi delle compagnie aeree non erano chiare, grazie all’introduzione del nuovo regolamento europeo sono molto più trasparenti e sopratutto omogenee.

La prima cosa che devi sapere è che quando voli tra i paesi appartenenti all’EU, con una compagnia aerea europea, o semplicemente da un paese membro dell’EU, sei protetto dal Regolamento 261/2004/CE.

Il regolamento europeo ti dà il diritto di richiedere una compensazione pecuniaria se il tuo volo è in ritardo, è stato cancellato o ti è stato negato l’imbarco.

Il regolamento è molto chiaro: se il tuo volo ha subito un ritardo di almeno 3 ore, è stato cancellato o ti è stato negato l’imbarco facendoti arrivare a destinazione con 3 (o più) ore di ritardo hai diritto ad una compensazione (si chiama così, non rimborso)

Solo nel caso in cui il vettore possa dimostrare che il problema è dovuto a circostanze eccezionali (ovvero al di fuori della responsabilità del vettore) come un’eruzione vulcanica, una minaccia terroristica, determinate tensioni politiche i passeggeri potrebbero non aver diritto a rimborsi.

Volo in ritardo: risarcimento e compensazione, quanto puoi ottenere

Come ti dicevo il Regolamento Europeo è molto semplice da comprendere: l’importo del risarcimento che potresti ottenere dipende da fattori quali la distanza percorsa dal volo e la durata del ritardo.

Potresti ricevere: 
• 250€ – se la distanza percorsa è inferiore a 1500 km
• 400€ – se la distanza percorsa è compresa tra 1500 e 3500 km
• 600€ – se la distanza percorsa supera 3500 km da o verso una destinazione extraeuropea (c’è la possibilità che il totale possa dimezzarsi ed essere dunque pari a € 300,- qualora la durata del ritardo fosse compresa tra le 3 e le 4 ore)

In caso di cancellazione, altri criteri potrebbero essere presi in considerazione. Solitamente si ha diritto ad un risarcimento se la cancellazione fa giungere i passeggeri a destinazione più di 2 ore dopo rispetto al previsto.

E’ importante sapere anche che la compagnia aerea è tenuta a rimborsare ogni singola persona. L’importo non dipende però dal costo del biglietto ma dal tempo che avete perso causa ritardi, cancellazioni o imbarchi negati. Qualsiasi passeggero con un biglietto valido ha diritto ad un risarcimento.

Per quanto il Regolamento parli chiaro ovviamente le compagnie non hanno alcuna intenzione di scucire quanto dovuto: alle mie prime richieste di compensazione Ryanair ha sempre risposto picche!

Il primo problema è stabilire l’entità del ritardo: spesso questo tipo di informazione è difficile da determinare. Il ritardo subito viene confermato solo una volta atterrati: se arrivati a destinazione risulta essere superiore alle 3 ore, solo allora il ritardo viene considerato valido per l’inoltro di un reclamo. 

Devi sapere infatti che se il ritardo del tuo volo è inferiore alle 3 ore, ai sensi della normativa europea, non hai diritto ad alcun risarcimento. Ciò nonostante potresti comunque ottenere altre agevolazioni: un pasto, un rinfresco, un buono sconto.

In caso di cancellazione invece, qualora si giunga a destinazione con più di 2 ore di ritardo rispetto al previsto, si ha diritto ad un risarcimento, poiché la regolamentazione delle cancellazioni è differente rispetto a quella riguardante i ritardi.

Ricorda che in ogni caso che se a causa del ritardo hai perso uno o più giorni della tua vacanza la compagnia aerea non è tenuta a rimborsarti.

Volo in ritardo: cosa devo fare?

La prima cosa che devi fare è verificare che il tuo ritardo sia superiore alle tre ore, in questo caso puoi procedere con la richiesta di compensazione. Puoi verificare se hai diritto ad una compensazione inserendo il numero e la data del tuo volo a questa pagina: https://goo.gl/Bxp3Sa

Se il tuo volo è eleggibile per la compensazione accetta un consiglio: evita il fai da te. I team delle compagnie aeree cercheranno in tutti i modi di farti desistere, adducendo ogni giustificazione. A me Ryanair ha sempre negato la compensazione, almeno fino a quando…

Volo in ritardo: i siti per ottenere la compensazione

Dopo essere arrivato a casa da Barcellona con oltre 5 ore di ritardo e aver scoperto che avevo diritto alla compensazione ovviamente la prima cosa che ho fatto è stata inoltrare domanda a Ryanair, come ti dicevo però è stato come parlare con un (estremamente cortese) muro: secondo loro non avevo diritto a nessuna compensazione.

A quel punto pur valutando che un’azione legale sarebbe stata per me una colossale perdita di tempo e denaro ho scelto un’altra strada e ho cercato sul web siti che potessero aiutarmi a ottenere “giustizia”!

Il primo sito in cui mi sono imbattuto è stato Volo-in-ritardo.it e dopo una breve esplorazione del sito ho scelto questo. A dire il vero esistono diversi siti che propongono lo stesso servizio e spesso sono anche meno cari di Volo-in-ritardo.it però qui ho trovato spiegazioni più chiare, convincenti e rassicuranti.

Volo in ritardo.it: come funziona e recensione

Il funzionamento è estremamente semplice: Volo-in-ritardo.it ti mette a disposizione un tool on-line in cui puoi inserire il numero e la data del tuo volo. Bastano questi semplici dati ed il sistema, interfacciato con il database dei voli mondiali, ti indica immediatamente se hai diritto ad una compensazione oppure no.

Nel mio caso ad esempio il sito ha confermato che potevo avere diritto ad una compensazione: in pochi minuti ho aperto un account caricato i dati richiesti e inviato il mandato.

Una volta ricevuto il mandato il team legale del sito invia alla compagnia aerea (nel mio caso Ryanair) una lettera in cui chiede a tuo nome la compensazione.

Non voglio tenerla molto lunga, i particolari credo che non siano molto interessanti e vado subito al sodo. Sai com’è finita? E’ finita che due giorni dopo la lettera di Volo-in-ritardo.it mi è arrivata una mail in cui Ryanair mi annunciava di aver nuovamente revisionato la mia pratica e di aver accettato la mia richiesta: insomma, dopo la lettera legale avevano cambiato idea!

In circa dieci giorni ho ricevuto da Ryanair la lettera in cui predisponevano la compensazione per il volo in ritardo

Volo-in-ritardo.it non chiede compensi fissi ne spese ma solo una percentuale su quanto ti viene riconosciuto dalla compagnia aerea, in questo caso il 25% della tua compensazione. Come ti dicevo altri siti chiedono tariffe minori, io però ho pensato che fosse meglio spendere il 25% di qualcosa che il 10% di nulla!

Nel mio caso devo dire che l’assistenza fornita da Volo-in-ritardo.it non è stata particolarmente puntuale: rispondono molto lentamente alle richieste e la comunicazione con il team è estremamente complicata però tutto questo conta davvero poco.

Quello che conta è che, molto semplicemente, ho ottenuto la mia compensazione per il volo in ritardo di oltre tre ore (250 euro).

Avrei ottenuto la stessa cosa rivolgendomi da solo a Ryanair? Ne dubito fortemente: le compagnie aeree cercano in tutti i modi (in maniera lecita, sia chiaro) di limitare le compensazioni e al singolo viaggiatore rispondono sempre in maniera negativa. Sanno che oltre il 95% delle persone non chiedono la compensazione o se lo fanno non vanno oltre ad una semplice richiesta.

D’altra parte procedere costa tempo e denaro quindi approfittano di questi elementi per allungare il più possibile i tempi. Pensaci: se su una compagnia dovesse rimborsare con 250€ ogni singola di persona di un volo (si parla di oltre 200 viaggiatori a volo) sarebbe una tragedia. Ecco perchè la prima risposta è sempre un no! 

Volo in ritardo: un consiglio

Da viaggiatore permettimi un consiglio: se il tuo volo è in ritardo controlla se hai diritto alla compensazione su Volo-in-ritardo.it . Se ne hai diritto dai a  Volo-in-ritardo.it il mandato di richiedere per te la compensazione: non ti costa nulla, non hai rogne da sbrigare ne tempo da dedicare a risposte o pratiche.

Devi solo attendere che il team lavori per te e che la compagnia aerea ti invii il denaro!

Se poi dopo aver ricevuto la compensazione (o anche adesso) vorrai acquistare il mio libro sul Cammino di Santiago, qui sotto trovi il link 🙂 🙂

Share this Post

Leave a Comment