fbpx
+39 392 06 55 685 info@primocamminodisantiago.com

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Birth Date*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step

Already a member?

Login
+39 392 06 55 685 info@primocamminodisantiago.com

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Birth Date*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step

Already a member?

Login

Polipo alla Gallega: il classico del Cammino di Santiago

Era il mio primo viaggio verso Santiago di Compostela, era una splendida giornata di Cammino sulla variante spirituale del Cammino Portoghese.

Io ed i miei compagni di viaggio, incontrati durante il Cammino, avevamo deciso di fermarci in un paese della costa galiziana sull’Atlantico, Poio.

Già da qualche giorno a dire la verità a vedere tutti quei piatti di polipo e patate avevo l’acquolina in bocca, ma quel giorno… Quel giorno era un giorno speciale!

Io ed i miei compagni di viaggio siamo arrivati a Poio in una bellissima giornata di fine agosto, una di quelle giornate in cui il sole splende ma la temperatura, mitigata dall’aria fresca dell’Oceano, è tutt’altro che calda.

Una veloce camminata lungo le strette strade di Poio e poi, veloce e sicura come un fulmine, è arrivata la decisione: ci fermiamo qui, a mangiare il polipo, anzi… Il POLPO, tutto maiuscolo.

Già perchè in Galizia il polpo è una cosa molto seria: sono tantissimi gli allevamenti di questo pregiato mollusco, amato in tutto il mondo, e quando viene preparato per il pasto… E’ sempre una splendida festa!

Il polpo è da sempre parte integrante della cucina galiziana, e il polpo alla galega o polpo alla galiziana è sicuramente la preparazione a base di polipo più famosa e apprezzata in tutta la Spagna.

In Spagna il polpo alla gallega è considerato per lo più una tapas , ovvero un piccolo spuntino da accompagnare ad un birra, un bicchiere di vino o un drink di qualsiasi tipo.

In Galizia invece il polpo diventa un piatto da portata e cambia anche nome, diventa infatti polpo a feira dal momento che nella tradizione era un piatto speciale preparato proprio per le feste più importanti.

Il polpo alla gallega è un secondo piatto a base di polpo e patate che richiede tempo e pazienza per la cottura, poi però una volta terminata la cottura basterà solo assemblare la ricetta ed il piatto è pronto.

La particolarità della ricetta del polpo alla gallega sta per buona parte nella cottura delle patate, che avviene nell’acqua del polpo, e ovviamente nel suo condimento semplice ma gustoso e speciale preparato con olio, prezzemolo, sale e paprica dolce.

Il Polpo alla Gallega, come viene servito sul Cammino di Santiago

Polpo alla galiziana: gli ingredienti

Per preparare il polipo alla galiziana servono pochi e semplici ingredienti, eccoli qui:

  • Patate: 500 grammi
  • Polipo: un mollusco di circa 1,5kg
  • Prezzemolo da tritare: 30 grammi
  • Peperoncino dolce, peperoncino piccante (se non trovate il pimiento spagnolo) olio extra vergine di oliva e cipolle secondo il proprio gusto personale

Polpo alla galiziana: la ricetta

La preparazione del polpo alla gallega, o polpo a feira è relativamente semplice, anche se occorre tempo e pazienza. Ingredienti che però saranno ripagati da un sapore unico.

Per prima cosa occorre riempire una pentola capiente di acqua, portandola ad ebollizione con all’interno una mezza cipolla e il sale grosso.

Quando l’acqua sta bollendo si butta il polpo nella pentola, a questo punto i tentacoli del polpo si arricceranno e andranno lasciati bollire per circa 50 minuti. Quando il polpo risulterà morbido ma sodo sarà pronto.

Quando il polpo sarà cotto andrà scolato e lasciato raffreddare, avendo però cura di raccogliere l’acqua di cottura dove andranno sbollentate le patate tagliate a rondelle di 5/6 mm circa.

Le patate andranno cotte per pochi minuti, fino a quando non appariranno sode. Quando saranno pronte andranno scolate e lasciate raffreddate.

Con il polpo ancora caldo (o freddo se lo preferite) componete il vostro piatto, spolverando con prezzemolo (io onestamente non lo metterei) ed un mix di pimiento dolce e piccante (peperoncino se non trovate il pimiento). Non può mancare una bella innaffiata di olio extra vergine di oliva!

Quando il piatto di polpo è pronto godetevi il vostro polpo alla Gallega e… Chiamatemi!

Leave a Reply